mercoledì 15 febbraio 2012

Povero Gianni

ciondola mentre parla come un pendolo passa dalla gamba destra a quella sinistra. 68 anni suonati, senza alcuna pietà per se stesso si inerpica sulle parole cercandole a braccio avvitandosi su se stesso, incapace di farsi guidare dal gobbo, inconsapevole della sua presenza goffa e inetta ma contento di esserci. Gianni ma non vivevi meglio nelle ricordo delle tue canzoni? Non ti sentivi piú stimato e rispettabile?

Nessun commento:

Posta un commento