domenica 4 settembre 2011

Non facciamoci scappare la cacca.

Caro Presidente,
lei è sotto processo e manifestando la volontà di lasciare "questo paese di merda" i magistrati dovrebbero quantomeno predisporre il ritiro del passaporto sussistendo il dichiarato pericolo di fuga.
Tuttavia non si illuda Sig. presidente che lasciando il paese lei possa emergere dalla merda poiché la merda che lei sente appiccicata alla sua vecchia e sfatta persona è la sua.
Lei ha lordato questo paese e non può, come fece il suo compare Craxi, fuggire per morire scopandosi le amanti in contumacia.
Lei non riuscirà ad andarsene nonostante ne abbia manifestato l'intenzione, è troppo tardi. Lei deve farsi processare e pagare.
L'Italia non è un paese di merda bensì il paese che lei ha smerdato.
Riscopra il piacere della vergogna nano leghista infame.

A TUTTI I LETTORI:
Non tirate lo sciacquone dopo la cacca, il Presidente potrebbe fuggire via mare.

Nessun commento:

Posta un commento