lunedì 18 luglio 2011

Ma è davvero vero?

Che il ministro Michela Brambilla è la peggiore delle  zoccole in parlamento? E se fosse vero chi sono le altre zoccole?
E’ davvero vero che  il ministro Brunetta è un cretino neppure degno dell’ascolto?
E’ vero o non è vero che la Carfagna ha avuto una tresca con bocchino, avrebbe voluto sposare Berlusconi ed è invece andata con Mezzaroma?
E’ vero che il papa ha nascosto i reati degli altri iscritti detti: preti pedofili?
Ed è altrettanto vero che, non i luoghi di culto, ma semplicemente chiunque faccia affari con il vaticano:
negozi di reliquie, attività di ristoro, alberghi, negozi di abbigliamento clerical-clown, abbiano forti sconti sulle imposte e siano esentati dall’ici? Perché lo sono?
E’ vero o non è vero che dei santi, negli ultimi duemila anni, si sono commercializzate dalla chiesa stessa le reliquie: capelli, latte mammario, pellame, unghie, denti,  capi di abbigliamento tranne gli introvabili ma preziosissimi e rari  peli pubici?
E’ vero o non vero che Berlusconi negli anni 80 girovagava intorno al carcere di san vittore in compagnia di fedele Confalonieri pregando che il mafioso Mangano (poi definito eroe) non facesse il suo nome?
E vero o non è vero che Berlusconi promise di non mettere le mani in tasca agli Italiani e ieri ha messo una tassa su tutti i cittadini che si ammalano e non su quelli sani?
Non so se è vero, ma tranne la presunta rarità dei sacri peli pubici, tutte le altre notizie sembrano siano state testimoniate da persone serie ed affidabili.
Questo paese trabocca di instancabili bagasce e malfattori. Mai nella storia Repubblicana tali cani avevano latrato dagli scranni parlamentari.
Razzisti e delinquenti senza scrupoli hanno depredato con arroganza la democrazia di questo paese con la complicità di un popolino ignorante, senza spina dorsale, vestito verde e col rosario in mano.

Nessun commento:

Posta un commento