venerdì 4 marzo 2011

La Rinascente.

Se i Napoletani meriteranno di uscire dal pattume dove si trovano lo sapremo a Maggio, quando ci saranno le elezioni amministrative.

I Napoletani dovranno dimostrare a tutti gli Italiani di saper agguantare l’ultimo treno che la sorte in queste ore ha messo a loro disposizione: La candidatura di Luigi De Magistris.
Non esiterei neppure un istante a votare De Magistris, l’unico capace di traghettare con onore, giustizia, onestà e severità la città fuori dal pattume politico e dalla munnezza cronica.
Se perderanno quest’ultimo treno i Napoletani e buona parte del sud saranno destinati a bere percolato, respirare aria mefitica, fare patti con la camorra, chiedere favori anziché appellarsi al diritto, per molti anni ancora.
Per De Magistris non sarà facile lottare contro candidati che godono di apparentamenti consolidati con il merdaio politico radicato da decenni sul territorio.
Molti Napoletani si sentiranno tirati per la giacchetta con false promesse di impiego, qualche pugno di euro dai corrotti e politicamente ignoranti che ad ogni livello, dai comuni più piccoli alla regione, infestano quella terra con la loro incompetenza, avidità e totale disprezzo per la cosa pubblica.
I Napoletani devono diffidare da chiunque si proporrà loro in nome o peggio, a nome di amici o parenti.
Dovranno diffidare di questi mediocri impostori che usano la politica anzichè servirla.
Una incredibile, insperata opportunità per gli zombie ormai sepolti vivi nei loro stessi rifiuti.



Nessun commento:

Posta un commento