domenica 6 marzo 2011

Bipost

Camionismo
Dopo la manifestazione delle donne Italiane (oltre un milione) scese in piazza per difendere la loro dignità, la ministra Mara Carfagna ha parlato di “un’occasione perduta” accusandole di aver ceduto alla “strumentalizzazione per fini politici contro il governo“.
Che la manifestazione fosse contro la salma  che guida il governo e che ogni giorno offende le donne, pagandole o biasimandole, non c’era dubbio.
Il riferimento "all'occasione perduta” invece è quella che ha perduto lei di tacere.
Ma al di là delle ovvietà della ministra alle quali sono assuefatto, è sconcertante che proprio lei non si renda conto che per prima ha strumentalizzato il suo stesso corpo  in forma para pornografica per affermarsi nel mondo del lavoro nelle s-vesti di calendario per uso camionistico  e dopo questo popò di “militanza” (perché attenzionata anche dai militari che notoriamente per necessità contingenti consultano gli stessi calendari) è approdata alla politica.
Dal calendario al ministero, quando si dice “calendarizzare”.
Allora Carfagna  chi strumentalizza e cosa a fini politici?



B. sitter

Le ministre donne sembrano le più accanite a difendere l’imputato Berlusconi accusato di aver avuto rapporti sessuali con una minorenne e quindi favorito la prostituzione minorile.
E’ reato, tuttavia Berlusconi è innocente fino al terzo grado di giudizio.
Chiedo alle ministre (tranne la Brambilla poiché ventriloqua ufficiale dell’imputato) di rispondere alla seguente ipostesi:
Se appurassero che la B. sitter che frequenta la loro casa e bada ai loro piccoli è imputata dalla magistratura di aver avuto rapporti con un minore, come si comporterebbero?
Accuserebbero la magistratura di persecuzione? La licenzierebbero cautelativamente o aspetterebbero i tre gradi di giudizio per constatare che la minore abusata dalla B. sitter forse era maggiore o la B. sitter era inconsapevole dell’età minore?
Ecco, il milione di donne scese in piazza non tollerano farsi gestire il bilancio domestico da un imputato di aver commesso lo stesso reato della B.sitter o peggio che lo stesso conribuisca a promuovere leggi per il futuro dei loro figli.

1 commento:

  1. "La licenzierebbero cautelativamente o aspetterebbero i tre gradi di giudizio per constatare che la minore abusata dalla B. sitter forse era maggiore o la B. sitter era inconsapevole dell’età minore?"

    Maggiorenne o minorenne
    è il termine "ABUSO" che va contestato!
    Abusare significa "fare deliberatamente uso eccessivo o illecito"
    Abuso sessuale non è solo l'uso improprio di un'altra persona per scopi sessuali, (generalmente senza loro consenso)ma anche chi esercita sotto pressione psicologica.

    Alla luce dei fatti io resto basito dalla NON reazione delle ministre berlusconiane.
    Nessuna che abbia mostrato sdegno.
    Posto che esiste una fedeltà patologica...
    mi chiedo:ma siamo in Islam o in Italia?

    RispondiElimina