sabato 16 ottobre 2010

I MADRE LINGUA

Il nano viene indagato ancora una volta per frode fiscale in complicità con il figlio Piernano.
La magistratura accusa i mini-man  di aver evaso decine di milioni di euro ma gli yes-man del circo delle libertà non arretrano, non desistono dal denunciare il complotto, ai danni del nano corruttore, ordito dalla magistratura per rovesciare il potere.
Cortigiani e leccapiedi, gli stessi che certamente a causa della loro stessa natura, gli volteranno la faccia e lo tradiranno, srotolano nel frattempo le loro lingue bavose e capaci affinché il nano possa poggiarvi sopra  il suo de-cadente deret-ano.
Questa la dichiarazione della mistica lingua della ministra Sandrina Bondi:
“ormai l’aggressione giudiziaria nei confronti del presidente Berlusconi ha raggiunto e superato ciò che può essere istituzionalmente giustificato, politicamente accettabile e umanamente sopportabile”.

La Sandra parla di “aggressione giudiziaria che ha superato ogni limite di sopportazione” , Insomma per questo signore, scusate, questa grassa signora, il nano è la vittima e i cittadini Italiani frodati (imbrogliati a causa della frode che secondo gli inquirenti i Berlusconi nano e figlio avrebbero perpetrato a danno delle casse comuni dello stato), sarebbero i persecutori.
Cicchitto, Rotondi, Gasparri, Capezzone, Bonaiuti ed altri politici del circo dai cognomi impronunciabili, usano la stessa  ano-lessica della ministra Bondi a difesa dl loro Signore.
Nessun argomento, solo pettegolezzo e accuse contro gli inquirenti.
Parole corrotte, principi democratici rovesciati, atti di autentico zerbinaggio pro-nano. Neppure un dubbio sulla eventuale colpa da accertare  del pluri inquisito Berlusconi, egli è innocente a prescindere.
Parole infamanti a danno del potere esecutivo (la magistratura) che garantisce la giustizia nel nostro paese.
Ma il nano è all’angolo, i cortigiani cominciano ad avvertire il pericolo e si concedono al panico, lo stesso che proverebbe il vostro cane se vi allontanaste da lui.
Senza il padrone si sentirebbero perduti e così lo difendono ad ogni costo.
Ma dove finiranno questi servi piedilecca?  Dove troveranno asilo  Nel Post-nanus?
Approderanno certamente in un partito malato e corrotto che gli permetterà di ri-srotolare le loro agevoli lingue.
Non so dove, ma seguendo la loro diaspora lo scoprirò.

Nessun commento:

Posta un commento