venerdì 10 settembre 2010

MEDIOCRITA'

(ANSA) - PERUGIA, 10 SET - 'Vedo segnali di pericolo di rigurgito di tipo violento e finanche terroristico in Italia'.

Lo ha detto Maurizio Sacconi.Il ministro del Lavoro si e' riferito all'aggressione a Bonanni. Ha aggiunto di immaginare 'iniziative straordinariamente inferiori a quelle del passato'.
Tuttavia - ha detto - 'sappiamo che sono sufficienti episodi isolati per condizionare un percorso democratico'. Si e' poi stupito del mancato arresto della ragazza che ha tirato un fumogeno sul palco.

Questa è una dichiarazione del ministro sacconi (scritto con la s minuscola). quest'uomo vale quanto il suo cognome.
Questo tizio si stupisce del mancato arresto di una ragazza disperata e non della presenza nel suo partito di Cosentino (sul quale pende un mandato di arresto per associazione camorristica emesso dalla Magistratura).
Inoltre il ministro sacconi ci informa del "pericolo terrorismo" nel nostro paese.
Questa specie di politico consente alla Fiat di sovvertire le regole del lavoro e si meraviglia che un ragazzo disperato non voglia prendere a calci in culo il sindacalista (bonanni, venduto) che ha favorito il rovesciamento delle regole.
Caro ministro non so di chi. Se veramente come dice c'è un rischio terrorismo in Italia, spero a farne le spese non saranno come
30 anni fa inermi cittadini in attesa di un treno ala stazione di Bologna.
Tuttavia non vorrei nemmeno lei fosse una di quester vittime, ne lei e nemmeno la fallita e corrotta classe digerente (il vostro stomaco non conosce fondo) alla guida di questo paese.
Si indigni della corruzione dilagante
Di un presidente del consiglio sotto innumerevoli processi che tenta disperatamente di non pagare il conto finchè campa.
Delle puttane che albergano nelle camere (parlamento)
Della sua Chiesa ridotta al mero proselitismo
Si indigni!!

Chiudo con Cesa, (onorevole anche lui) dell'UDC.
Oggi il Cesa a nome del suo partito, a nome del suo presidente Casini, si sono dichiarati favorevoli alla "fabbricazione di uno scudo" che difenda il nano al governo.
Si vergogni Cesa!
Lei signor cesa ai tempi di mani pulite si rese latitante dopo che i giudici emisero un mandato di fermo nei suoi riguardi a causa di tangenti pagate dall'ANAS.
Se lo ricordi Cesa. Lei è stato un latitante!

Ecco, dobbiamo sopportare che un ex latitante faccia scudi incostituzionali a favore di un uomo pluriprocessato....e che un ministro chieda l'arresto di una innocente esasperata mentre sfacciatamente  ignora un suo compagno di partito (cosentino) che invece ha già a suo carico un mandato di arresto per associazione cammorristica e un'altro (dell'utri al senato) già condannato in appello per mafia.
Niente!..senza un briciolo di moralità quest'uomo chiede con arroganza e impudenza l'arresto di una ragazzina!
Nausea.
sacconi, lei ha dichiarato all'Ansa che  "intuisce un rigurgito" mentre l'intera nazione vi sta vomitando addosso.

per quanto mi riguarda "ho le prove di una classe politica indagata e financo corrotta" .

Nessun commento:

Posta un commento