domenica 5 settembre 2010

Mira bello e spara al nonno!

Fini ha fallito e quel che è peggio ha sputato nel piatto dove ha mangiato.
Ha governato con Berlusconi nonostante sapesse di quale pasta fosse fatto ma deprecandolo solo oggi, dopo quasi 15 anni.
Dopo 15 anni ha denunciato le malefatte di Nonno Nanni e del suo partito "dell'amore a ore e tariffario".
Ha denunciato la sfacciataggine del nano onni-impotente.
Ha denunciato il malgoverno e il malcostume.
Le leggi personali. (le famose ad personam)
Lo smarrimento etico e morale della classe politica.
Il conflitto di interesi.
L'assenza di politica economica.
La poltica estera (gheddafi e putin unici paesi amici)
I servi (ha fatto autocritica)
Ha persino detto che la Padania non esiste. Incredibile, eravamo tutti convinti del contrario.
Infine ha biasimato e ridicolizzato i legali del nonno, adducendo che non sono stati nemmeno capaci di fargli uno scudo serio che lo difendesse dai processi (nonno nanni delinqueva prima ancora di essere eletto, poi per acclamazione dei votonti ha continuato).

Ha lanciato un appello affinchè tutto il parlamento si mobiliti per procurare al nonno nanni un super-scudo spaziale che congeli tutti i processi a carico sino a fine legislatura.
Alè!
Altro che Ghedini  lodo-Alfano, lodo-Schifani, incapaci! Ci penserà lui a trovare un modo per gabbare l'articolo 3 della Costituzione e consentire al nanni di sfottere i Giudici e gabbare i processi a suo piacimento.
Ergo ha chiuso dicendo che se Nonno Nanni lo riprende lui si aggrega ancora ma è necessario riscrivere le regole che fin'ora non sono mai state scritte. Quindi implicitamente ritiene che il Nanni sia una persona politicamente ragionevole e assennata capace di scrivere regole democratiche. Quindi Fini crede ancora al Nonno Nanni il nonno più buono che c'è?
Incredibile.

20 anni fa il Nanni confidò ai giornalisti  Indro Montanelli ed Enzo Biagi che se non fosse sceso in politica sarebbe finito in galera.
Il nanni non ha mai smentito.
...e Fini si dice ancora disposto a fare patti col Nanni, declinando ancora una volta la sua sconfinata fiducia nel premier.

Caro presidente Fini in questi ultimi 15 anni  appoggiando Berlusconi lei ha contribuito al sostentamento, allo sviluppo e infine consolidamento di una classe dirigente corrotta, servile al protervo capò e priva di ogni senso etico nè ideali.
La stessa che ha denunciato oggi e della quale lei non ha mai smesso di farne parte.
Inoltre, invece di ricordare i disagi e lo smarrimento dei giovani a causa dell'assenza di politiche adeguate, si faccia da parte e lasci loro il posto.

La sua sincera e spesso contrita filippica sui difetti di Berlusconi e del suo governo non mi ha impressionato. La sua analisi oltre ad essere scontata è anche stata noiosa.
I valori che lei sembra abbia scoperto oggi, le critiche, denunce che solo oggi lei ha mosso, da oltre 10 anni sono il cavallo di battaglia dell'Italia dei valori e persino di un noto comico.

Ma cazzo, almeno Di Pietro mi sta simpatico e Grillo mi fa spanciare dalle risate!

Troppo tardi Sign Presidente Fini-to.

Nessun commento:

Posta un commento