lunedì 30 agosto 2010

Voglio sapere

Se la cena offerta al dittatore Libico alla quale sono stati accreditati 800 ospiti l'abbiamo pagata noi o l'hanno pagata imprenditori privati o privati con partecipazione al pubblico.
Se l'abbiamo offerta noi al dittatore, voglio sapere i nomi e  cognomi dei partacipanti poichè devo necessariamente conoscere i nomi dei mie commensali.

Voglio i nomi e i cognomi dei politici, dei giornalisti, degli eventuali prelati e degli industriali che vi hanno partecipato.
Voglio leggere i loro nomi e cognomi per verificare la loro storia, le cause che hanno consentito l'accreditamento di queste persone alla mia tavola.
Voglio sapere se tra gli imprenditori privati accreditati vi sono persone che sono state indagate per i fatti dell'aquila, della protezione civile o se sono stati coinvolti in altre indagini per altri motivi.
Voglio sapere se erano presenti esponenti notoriamente implicati con le mafie o semplicemente sospettati di esserlo.
Se c'erano presenti pregiudicati, mafiosi, delinquenti comuni.
Voglio sapere per capire, indagare sulle vite di chi siede alla cena offerta dal pubblico.

Chi mangia dal pubblico deve renderne pubblico conto.
Voglio il loro certificato penale.

Voglio sapere perchè abbiamo offerto una cena ad un signore non eletto democraticamente ma autoelettosi dopo un colpo di stato e non confondetelo per un rivoluzionario perchè dopo la sua ascesa al potere egli non ha mai consentito libere elezioni e uno stato di diritto nel suo paese.

Voglio sapere perchè dobbiamo fare affari o preoccuparci di procacciarceli in un paese classificato tra i primi 10 peggiori regimi repressivi al mondo e governato da un uomo che rappresenta solo se stesso.
Non mi affanno a cercare altre nefandezze su costui, la sua stessa faccia narra meglio di ogni altra cosa, le sue vicende.

Non sono un idealista e nemmeno uno sprovveduto.

Non tollero che i miei soldi vengano spesi in questo modo.
Il così fan tutti è qualunquismo che aborro.
Fare affari pubblici in un paese dove regna un tiranno mi pare francamente rischioso e azzardato. I privati lo possono fare se vogliono, rischiano del loro, a patto che non siedano anch'essi alla cena pubblica.

Per questo voglio i nomi e i cognomi di ogni partecipante.

1 commento:

  1. Ho letto questo post su altri blog.
    Condivido tutto quello che hai scritto.

    RispondiElimina