giovedì 23 febbraio 2012

Visioni

Ho visto un documento dell'ex testimonial della compagnia petrolifera Agip, Paolo Brosio. Mostrava due veggenti che in un grazioso boschetto Ischitano hanno apparizioni Mariane. Solite immagini: attesa, arrivo della madonna, corpo delle veggenti prono scetato a terra, estasi, chiaccherata con la vergine e tutti a casa non prima di aver acquistato almeno un gadget. Mi sono chiesto perchè la Madonna non appaia mai nelle zone industriali, oppure a gente benestante, non sarebbero quelli piû bisognosi di conversione? Invece no, si manifesta sempre ai morti di fame che hanno già i loro guai. Cosî ho pensato che se la Madonna fosse piú equilibrata, potrebbe decidere una buona volta di materializzarsi che ne so, a Dell'Utri, Berlusconi o Marchionne. Sarei davvero impressionato dalla visione di questi che in ginocchio, mano nella mano sbarrano gli occhi, non a causa di stupefacenti, gnocca fresca o soldi, Innanzi alla celeste apparizione. Ma tanto se accadesse, Dell'Utri negherebbe di averla vista, Marchionne al primo accenno di parola la "licenzierebbe" e Berlusconi direbbe che è stato lui ad apparirle e non viceversa.

mercoledì 15 febbraio 2012

Povero Gianni

ciondola mentre parla come un pendolo passa dalla gamba destra a quella sinistra. 68 anni suonati, senza alcuna pietà per se stesso si inerpica sulle parole cercandole a braccio avvitandosi su se stesso, incapace di farsi guidare dal gobbo, inconsapevole della sua presenza goffa e inetta ma contento di esserci. Gianni ma non vivevi meglio nelle ricordo delle tue canzoni? Non ti sentivi piú stimato e rispettabile?

lunedì 13 febbraio 2012

COS'È L'ABCE?

che impone sacrifici ai governi che a loro volta scaricano gli oneri sui cittadini? è la banca centrale Europea. I padroni di questa banca sono tutte le banche nazionali dei rispettivi paesi appartenti alla cazzo di Europa. La banca nazionale Tedesca per esempio è la maggiore azionista, cioè padrona in quanto detiene oltre il 18% della proprietà della banca Europea. La "banca nazionale Tedesca" non appartiene affatto alla "nazione Tedesca" ne tantomeno ai suoi cittadini, appartiene bensì ad una banca privata Tedesca la Deutsche bank (più comprensibile come "doic bank")..si, quella che ha la filiale proprio sotto la vostra casa. Questo vale anche per la "banca d'Italia" che detiene circa il 12% della proprietà della Banca Europea. Naturalmente anche la "banca d'Italia" non ha nulla a che vedere con "fratelli d'italia che si è desta". La maggiore azionista della "banca d'Italia" è la banca Intesa san paolo che detiene quasi il 50%. Quindi privata. I padroni di queste banche private sono gli azionisti, ovvero gente con tantissimi soldi che vivono non lavorando ma speculando. Ecco perchè i Greci sono cosi incazzati e bruciano le banche che a nome delle nazioni governate da personaggi incompetenti e proni: Merkel, Sarko, Berlusconi e tanti altri; fanno pagare il conto delle loro speculazioni fallimentari ai cittadini Europei. Non è mia intenzione fomentare ne incoraggiare altri incendi, ma quantomeno evitate di affidare i vostri risparmi a questi stronzi, e se proprio non potete farne a meno dateglieli ma non acquistate mai e poi mai i loro "prodotti finanziari" o qualsiasi altra proposta di investimento da parte di questi cialtroni senza scrupoli ormai padroni di questa cazzo di Europa fallita. Ricordate: la banca d'italia non centra un cazzo con l'Italia.

martedì 17 gennaio 2012

Perchè Schettino...non Costa?

Un incidente navale, la nave da crociera incarna i sogni di milioni di sognatori, la nave affonda. Notizia bomba, roba da tirare avanti per giorni, pane per i media. Mancano tuttavia alcuni soggetti fondamentali perchè l'enorme puttanata sortisca l'effetto odience desiderato. Eccoli: Il concordia come il Titanic? Certo! Ma l'eroe? Ecco che spunta anche quello! Dopo qualche ora un elicottero lo issa in diretta dal relitto titanico..... ma sta bene l'eroe? ovviamente no... ha una gamba rotta a causa dei soccorsi prestati non si sa a chi ne come, nessuna testimonianza in merito o perlomeno nessuna testimonianza che certifichi l'eroismo, ma non fa niente, domenica era la giornata dell'eroe e l'avevano trovato. Il vigliacco era già stato identificato, il capitano Schettino. Il pavido, pusillanime Schettino che per compiacere un marinaio, pare un cuoco, inverte la rotta e punta dritto verso l'isola del Giglio per fare un colpo di clacson alla sorella del marinaio che con altri isolani si erano assiepati sulla costa a fare ciao con la manina. Vero? non si sa ma non fa nulla, la storia è originale, avvincente, quindi vera. Cosí dopo pochissime ore dalla disgrazia, senza nessun tipo di indagine, il colpevole è conclamato e sbattuto nei titoli di ogni tg, la dinamica dell'incidente anche. Poco dopo, il presidente della Costa crociere dopo essersi fatto due conti, indice una conferenza stampa per sostenere la tesi dei tg e dare addosso al suo capitano lasciando intendere che sulla nave ci fosse solo lui al timone, alle scialuppe, alla radio e persino nella barchetta che lo ha condotto prematuramente a terra. E i sotto ufficiali? Nulla, c'era solo il povero Schettino. Si povero perchè dalle telefonate, le testimonianze e azzardo anche dalla sua faccia, si evince che quest'uomo fosse sinceramente incapace di intendere ne di volere, quindi innocente. Le domande che non ho sentito fare dai giornalisti o perlomeno mi sono sfuggite sono le seguenti: Ma come ha fatto la Costa crociere ad affidare la nave ad un individuo del genere? E il vice comandante che fine ha fatto? E il vice del vice? Perchè si parla di provvidenziale ammutinamento sostenendo che l'equipaggio abbia calato le scialuppe prima dell'ordine del comandante avendo intuito l'incapacità dello stesso, non potrebbe essersi trattato invece di panico dell'equipaggio che ha calato le scialuppe prima dell'ordine? Mi parebbe anche più azzeccata questa ipotesi date le testimonianze che raccontano di un equipaggio assolutamente non addestrato ai dispositivi di sicurezza, visto che dai piani alti le scialuppe pare cadessero sulle barche dei ponti sottostanti. E ancora, quanti di questi fior fiore di Costa-equipaggi sono operativi? Perchè le responsabilità e dinamiche della tragedia sono risultate subito chiare mentre sono occorsi tre giorni per avere un numero ( si spera certo) delle persone ancora disperse? La Costa quanto investe (per la pubblicità certamente cifre immense data la compiacenza di ogni sorta di tg) per la formazione degli equipaggi? Credo poco, anzi niente. Gente come Schettino mica costa.

mercoledì 11 gennaio 2012

Salvate il soldato Don Nicola

Domani la votazione che potrebbe consentire l'arresto del deputato (ritenuto colluso con il clan camorristico dei Casalesi) Nicola Cosentino, avverrà a scrutinio segreto. Significa che i nostri politici voteranno travestiti da stronzi sperando invano di non essere riconosciuti. Berlusconi, a mezzo del servo plantare Cicchitto ha fatto sapere di essere in ansia per l'eventualità che conducano in galera il suo compagno di merende. L'arresto di un sospetto camorrista potrebbe infatti creare un pericoloso precedente e far passare l'insana idea che i mafiosi non possano fare i poitici e che i giudici possano giudicare. Non sia mai! Con il nano e tutto il Pdl si schierano naturalmente i Leghisti (abbasso i terroni non camorristi) e Casini che non ha mai disdegnato di candidare politici del calibro di Totò Cuffaro (oggi in galera dove pare sia diventato persino bello) ed altri in attesa di giudizio. Dubito fortemente date le premesse che le formazioni politiche citate riescano a prendere le distanze da mafia , ndrangheta o camorra, dalle quali attingono a piene mani i loro migliori candidati. Scommetto che Don Nicola continuerà a fare il deputato come altri colleghi camorristi. Se invece finirà in galera pago da bere.

sabato 31 dicembre 2011

Il paradiso poteva attendere

Ho pensato questo dopo aver appreso la notizia della morte di don Verzè.
Come la maggior parte degli Italioti, la notizia della sua improvvisa morte mi ha colto di sorpesa gettandomi nella tristezza più cupa.
Un giovane virgulto strappato alla vita.
Perchè????
Di lui ricordo la vita frugale e riservata fatta di ville con piscina, aerei privati, balletti a luci rosse nella residenza brasileira e l'Immenso Angelone in cima alla replica del cupolone del suo ospedale fallito. Un simbolo della sua "umiltà". Memorabile anche l'intimo legame con Berlusconi. Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei, diceva quello.
I telegiornali hanno sintetizzato la sua vita parlando vagamente di "ombre e luci" come se parlassero di una discoteca.
Tanto per capirci le "ombre" sono le quintalate di fatture false emesse e camionate di soldi pubblici scippati dal prete allo stato per finanziare quella che i media definiscono le "luci" ovvero l'ospedale fallito in una voragine di debiti e pregno di corruzione.
Ebbene ma dove sarà finito il povero Verzè? All'inferno o in paradiso?
A causa del prefsso qualificante che precedeva il suo nome:"Don" credo sia in paradiso ed altrettanto auspico per: don chisciotte, don bachi, don lurio e tanti altri.
Tuttavia avrei preferito che prima del giudizio divino ( scontato e spettante di diritto al prete) avesse affrontato quello terreno ( meno scontato e problematico a causa di testimonianze e prove schiaccianti dei suoi delitti).
In parole povere, come la mesta figura del povero cinghialetto esigeva, avrei preferito fosse finito dove meritava, in galera.
Il paradiso poteva attendere.

sabato 17 dicembre 2011

È bello vederli così

Vedere i leghisti arrabbiati, disperati e senza più il portafogli del nano, all'opposizione.
Quanta tenerezza nei loro cartelli di protesta sventolati nelle aule parlmentari. Ho la sensazione che rivendichino il diritto ad esistere ostentando la loro capacità di saper scrivere almeno due parole, a volte quasi una frase.
Attori mediocri, non hanno le facce arrabbiate di chi subisce un soppruso. Tuttavia insistono nell'unico tema che conoscono a memoria: minacciare e alzare la voce per sentirsi vivi, fare baccano, indossare qualcosa di verde per mascherare il loro neutro grigiore.
Nessun concetto espresso, nessuna visione politica, solo cazzate inascoltabili e vaghe.
Poveri inconsistenti ectoplasmi senza neppure la capacità di vedere il loro fallimento. Dopo aver rappresentato per un decennio il vuoto, ora si spingono attratti e ignari verso il baratro.

venerdì 16 dicembre 2011

Chi l'ha visto?

Da qualche settimana, a causa della solita, deprecabile, ingiustificata persecuzione dei noti giudici Milanesi, il Vaticano ha fatto sparire dalla circolazione un povero anziano prete che si occupava di opere caritatevoli a favore degli indigenti.
La persecuzione di detti giudici rasenta addirittura il patologico in quanto sin dal 1976, pare siano stati i genitori dei giudici attuali, condannarono il poveretto ad 1 anno e 4 mesi per tentata corruzione ai danni della facoltà di mdicina della statale di Milano e per truffa aggravata ai danni di una signora alla quale il povero Verzè pare avesse sottratto un appartamento.
L'anno succesivo (1977) venne inoltre ritenuto colpevole di istigazione alla corruzione e successivamente condannato per un altro reato di ricettazione di opere d'arte.
Come se non bastasse persino il Vaticano si accanì contro il santo uomo sospendendolo a divinis dal sacerdozio nel 1973 ma subito dopo le condanne passate in giudicato, quindi dopo il riconoscimento della sua colpevolezza, fu prontamente reintegrato nella professione con il solito zelo caritarevole che induce la chiesa a proteggere i pedofili e acconsentire la sepoltura dei mafiosi nelle cattedrali.
Il delinquente Verzè torna quindi alla sue opere, cioè rubare, imbrogliare, fare festini a luci rosse, usare soldi pubblici per pagare i suoi vizi e sistemare gli amici come nella migliore tradizione Berlusconiana. Infatti suscita immediatamente le simpatie del nano col quale stringe un'intima e durevole amicizia. I due cominciano così a fare affari stimandosi e forse fottendosi vicendevolmente.
Berlusconi per Verzè è "un dono della provvidenza".
Chiedo al Vaticano, dopo aver pagato i debiti contratti dal loro benemerito e recidivo delinquente di riferire pubblicamente il nascondiglio di questo vecchio, vizioso cinghialetto e suggerisco agli inquirenti, nel caso il verzè si desse alla macchia, di cercarlo nelle parrocchie decentrate e dimenticate da Dio.
Magari in brasile, dove possiede una villa con piscina pagata con i contributi regionali.

lunedì 14 novembre 2011

O con noi o contro di noi!

Leghisti!
L'ora del riscatto è scoccata!
Il momento drammatico ci chiama all'estremo sacrificio!
Eleviamo Il nostro grido di guerra contro i confinanti Italici: "Paiolo e polenta padania redenta!"
Basta con gli scherzi, lazi e sollazzi, da oggi si fa la padania o si muore!
Mentre i pavidi partiti della confinante terra Italica si sono piegati alle consultazioni con il premier incaricato dal comunista Napolitano, Mario Monti; La lega, nella persona del nostro duce Umberto Bossi ha umiliato l'italico esponente, comunicando solo via telefono l'irrevocabile diniego a contribuire alla formazione del nuovo governo, mostrando, con impavido e sprezzante spirito guerriero il dito medio che il vile presidente incaricato ha finto di non vedere, nonostante non fosse caduta la linea.
Dunque fratelli e camerati si torna all'opposizione dura e pura!
Oggi, 14 Nobpvembre 2011, il nostro leader Bossi per bocca del traduttore simultaneo in lingua italiana, ha immediatamente convocato il glorioso e agguerrito parlamento dell'indomita padania. Prontamente e con spirito di abnegazione hanno risposto all'appello: Mary poppins, Biancaneve, ben 5 dei sette nani e Cenerentola.
Oltre a loro non mancheranno le gloriose camicie verdi che in questi anni hanno instancabilmente pattugliato le strade padane garantendo a noi tutti la sicurezza a difesa dei ripetuti agguati degli infami extracomunitari ormai fortunatamente completamente scacciati dal sacro suolo.
Oltre ai personaggi già nominati e tanti altri, Al convegno del padanico parlamento saranno presenti lo sterminatore di mafiosi Maroni (ne ha catturati ben 28 su 30...quasi tutti!) insieme all'indefesso Ingegner Castelli il quale abbandonando la sua professione, si è speso in una vita di stenti a svolgere innumerevoli incarichi politici nell'odiata terra ladrona.
Grazie camerata Castelli per il tuo alto sacrificio romano.
Grazie a tutti i nostri leader che dopo essere stati divelti con violenza dalle poltrone romane sulle quali avevano fuso l'augusto deretano, hanno deciso spontaneamente e senza indugio di abbandonarle.
Grazie ai valorosi guerrieri druidi padani che si apprestano ancora una volta a difendere il sacro pratone di pontida preservando lo spazio vitale all'esercizio delle gloriose e intramontabili sagre.
Maschia gioventù Padana! Alle armi! Indossate i sacri elmi cornuti e impugnando i potenti paioli difendete il Bossi che per la vostra libertà si è immolato per oltre un decennio prigioniero in terra romana!
Ma Paiolo e polenta padania redenta!
Se-ce-ssio-ne!! Se-ce-ssio-ne!! Se-ce-ssio-ne!!
Sembra assurdo ma questo partito millanta l'opposizione ignorando di essere stato cacciato persino da Milano.....e ci sono due milioni di persone disposte ancora a credere e votare le incredibili baggianate di questi fagiani.

domenica 13 novembre 2011

Monti

É bastata la presenza di una persona seria a spazzare via il pattume rappresentato da una classe politica composta da incapaci, corrotti, puttanieri, mafiosi e razzisti che da oltre un decennio hanno occupato e sfruttato le poltrone romane.